• Nella sezione "Iniziative" sono archiviate tutte le istanze e le iniziative

    portate in Consiglio Comunale dal gruppo Consiliare

    "LiberaMente Silanus"

  • Nella sezione "BLOG" sono ospitati articoli pubblicati a titolo personale, pertanto non necessariamente rispecchiano la linea politica del gruppo

    "LiberaMente Silanus"

Sentenza del Giudice di Pace contro i conguagli regolatori di Abbanoa

In quest'ultimo anno avremmo voluto occuparci anche d'altro che non della solita Abbanoa, ma purtroppo continua il gioco allo sfinimento praticato dal gestore unico dell'acqua sarda. Ogni tanto arriva una sentenza di condanna sollecitata da qualche cittadino che non si rassegna a pagare cifre assurde, ma la sensazione è che questo ente sia totalmente fuori controllo.
La politica in tutt'altre faccende affaccendata fa finta di non accorgersi di nulla e lascia fare.


Conguagli, il giudice condanna Abbanoa

Prima sentenza pilota nel Nuorese: annullate le fatture per i consumi pregressi, l’ente unico deve anche risarcire gli utenti

di Valeria Gianoglio

08 marzo 2017

NUORO. Fatture annullate, con annessa richiesta di pagamento di un conguaglio per gli anni dal 2005 al 2011, rimborso delle rate già pagate, e pagamento delle spese processuali: è una vittoria su tutta la linea contro Abbanoa, quella che emerge in modo netto dalle dieci pagine con le quali il giudice di pace del tribunale di Nuoro, Salvatore Fois, ha accolto i primi due ricorsi vinti in provincia, e portati avanti dall’avvocato Claudio Solinas, contro i conguagli chiesti dall’ente unico per le risorse idriche. Una sentenza che, prima nell’intera isola, dispone dunque non solo l’annullamento delle fatture emesse da Abbanoa ma anche il rimborso delle parti di conguaglio già pagate dagli utenti timorosi, e che apre la strada a decine di altre cause che finora stavano aspettando di fiutare l’orientamento dei giudici in materia.

Continua a leggere

La trasparenza non è acqua

Questo è un estratto di una delle analisi del ARPAS eseguita nel 2012 sul nostro beneamato depuratore di Crapielle, dal quale si evince il grado di efficienza dell'impianto.

Ogni altro commento è superfluo.

Esistono decine di documenti che attestano quanto denunciamo da anni e sono a disposizione di chiunque.

analisi arpas.10.10.12

Abbanoa e l’arroganza del monopolista pubblico (di Paolo Savona)

Paolo Savona, (www.anthonymuroni.it) condanna l'arroganza senza freni del monopolista dell'acqua sarda, denunciando l'operato di questa "società" coperto dalla classe politica.

Per quanto riguarda Silanus il "modello Abbanoa" ha "sedato" anche la nostra amministrazione, di fatto da quando si è insediata la nuova giunta, con solenni promesse di una rapida soluzione della vertenza, non sappiamo più niente, sia il Comitato Abba Giusta Silanus che il gruppo di minoranza LiberaMente Silanus sono stati estromessi dalle trattative faticosamente avviate in modo unitario negli scorsi anni.

Siamo venuti a conoscenza informalmente che i vertici di Abbanoa sono stati ricevuti in municipio, ma sugli esiti dell'incontro vige il massimo riserbo.

Meno male che in campagna elettorale si parlava di trasparenza e condivisione, dopo sei mesi sono rimaste solo le chiacchiere. Intanto riceviamo continue richieste ai limiti dell'intimidazione estorsiva da parte di Abbanoa, ci chiediamo e prossimamente lo chiederemo in maniera formale a Sindaco e Giunta del Comune di Silanus, fino a quando dovremo sopportare queste angherie.

Articolo sul sito www.anthonymuroni.it

Articolo sul sito www.anthonymuroni.it

Il presidente di Egas: Abbanoa fuori controllo.

Sanna: «Il virus del ricorso affligge semmai Abbanoa»

SASSARI. Nonostante l’accordo tecnico sul condominio di via Pozzomaggiore, non si placa la polemica tra Alessandro Ramazzotti e Nicola Sanna. L’amministratore di Abbanoa infatti aveva definito il sindaco uno dalla denuncia facile, dopo che i vigili urbani avevano pronta la relazione da depositare in tribunale. Ecco la replica del primo cittadino. «L’amministrare unico di Abbanoa non si appiattisca su un modo di fare tipico del suo direttore generale, irriguardoso nei confronti dei sindaci, dell’utenza e dei suoi dipendenti. Abbanoa non si sottragga al legittimo controllo dei comuni, suoi azionisti, e all’autorità di governo del settore, l’Egas. Infatti è proprio Abbanoa ad avere il virus della denuncia e del ricorso facile. Basti dare un’occhiata al volume delle spese legali iscritto nei conti del bilancio.

A riprova del fastidio che Abbanoa sopporta nel soggiacere al controllo analogo previsto dalla legge, dallo statuto e dalla convenzione, giace ancora depositato presso il Capo dello Stato, il ricorso di Abbanoa contro la delibera dell’Egas dello scorso anno, votata anche dal rappresentante della Regione in seno al Comitato, nel quale si arriva a definire illegittimo il controllo dell’Egas su Abbanoa. Quel ricorso pagato da noi tutti utenti e azionisti di Abbanoa, nonostante le sollecitazioni della Regione non è stato ancora ritirato.

Continua a leggere

Resoconto incontro del 28/07/2016

Giovedì 28 luglio 2016, il comitato Abba Giusta Silanus insieme ad Adiconsum e in collaborazione con l’Amministrazione Comunale hanno organizzato un incontro pubblico volto ad informare la cittadinanza circa le azioni intraprese in tutela degli utenti del servizio idrico integrato somministrato da Abbanoa SpA.

Un incontro durato circa due ore e trenta al quale hanno partecipato il rappresentante dell’Adiconsum, Giorgio Vargiu, che ha esposto in maniera esauriente ed esaustiva tutti i punti all’ordine del giorno per quel che riguarda tutte le vicissitudini e le politiche intimidatorie e aggressive che Abbanoa adotta per far leva sui cittadini per poi costringerli a pagare delle somme non dovute per un servizio idrico non certo all’altezza delle aspettative dell’utenza. Sono state stigmatizzate le minacce lo slaccio idrico, diffuse attraverso lettere, telefonate e articoli pubblicitari su quotidiani locali.

Continua a leggere