Votare LiberaMente

KEEPLa campagna elettorale volge al termine. Ci siamo affrontati tra candidati in un clima di grande rispetto e cordialità, solo qualche inevitabile caduta di stile da parte di collaterali un po’ troppo presi dall’ansia da prestazione, ma tutto sommato niente a che vedere con le asprezze del passato.

Questa mi sembra un ottima notizia, evidentemente avevamo ragione nel ritenere che non è la pluralità dell’offerta politica a guastare la civile convivenza del nostro paese, come qualcuno voleva far credere, bensì è proprio la dialettica correttamente incanalata, prima nella competizione elettorale e poi nelle sedi istituzionali, a garantire che la voce di tutti si esprima in modo franco e onesto senza alimentare tensioni sotterranee, dicerie, veleni e sospetti.

Silanus c’è e ce lo sta dimostrando con un affetto quasi commovente. Decine di persone ci hanno fermato per strada per ringraziarci di averle offerto un motivo per andare ai seggi, poiché con una lista unica non sarebbero andate a votare. Diverse persone sono venute addirittura a “portarci il voto” a casa, sinceramente non conoscevo questa usanza. Per me che sono per natura schivo e che quando vado in casa d’altri per chiedere il voto temo sempre di disturbare, ricevere qualcuno che mi bussa alla porta per chiedermi il fac-simile mi riempie di soddisfazione.

Continua a leggere

La Nuova Sardegna del 31.05.2016

Due candidati in un paese che invecchia

Silanus, in campo Gian Pietro Arca e Angelo Morittu: entrambi affronteranno la vertenza Abbanoa

SILANUS. Il primo problema emerge confrontando il dato della popolazione con quello degli elettori che domenica saranno chiamati a eleggere il sindaco e il consiglio comunale. Silanus è un paese che invecchia e, anche se più lentamente rispetto agli altri comuni della zona, continua a perdere abitanti. Dopo un’emorragia demografica andata avanti per anni, nel 2013 si è registrato un saldo positivo dello 0,5 per cento, che equivale a 11 abitanti in più, ma negli anni successivi la popolazione ha ripreso a diminuire. L’ultimo dato Istat dà una popolazione di 2180 residenti. Gli iscritti a votare sono 2070. Ciò significa che i giovani e bambini con meno di 18 anni sono 110, appena il cinque per cento della popolazione. Quello legato alla demografia e a tutti i problemi che ne conseguono, a partire dall’invecchiamento della popolazione e alla domanda di servizi che provengono dagli anziani, è uno dei temi che hanno animato il confronto durante la campagna elettorale. Gian Pietro Arca, che guida la lista “Uniti per Silanus”, e Angelo Morittu, candidato sindaco della lista “LiberaMente Silanus”, lo pongono tra quelli da affrontare subito.

Continua a leggere

Traccia della presentazione della lista

Angelo MorittuDi seguito potete leggere la traccia del discorso di presentazione fatto dal candidato sindaco Angelo Morittu il 21 maggio 2016.

Si articola in cinque parti: perché, che cosa, dove, quando, chi siamo.

PRO ITE = WHY = PERCHÉ

Quando nei mesi scorsi ci chiedevano cosa avremmo fatto per queste elezioni, rispondevamo che la lista civica di 5 anni fa avrebbe cessato di esistere al termine dell’attuale consiliatura, non si sarebbe trasformata in un gruppo politico permanente.

Continua a leggere

A destra, a sinistra, … o LiberaMente

queloin noiCome abbiamo avuto modo di dichiarare durante la presentazione della lista, la campagna elettorale è un momento unico – e bello – per entrare in contatto con molti concittadini, parenti, amici e non. Si discute, ci si presenta, si fanno promesse e si raccolgono promesse.

Tutto abbastanza normale. Abbiamo raccolto ulteriori spunti per il programma, molti incoraggiamenti, qualche critica e anche, puntuale come sempre, la fatidica domanda: “mah, siete di destra o di sinistra”?

Continua a leggere

Presentazione della lista – parte seconda

Presentazione della lista LiberaMente Silanus.

Intervento dei candidati alla carica di consiglieri per il rinnovo del consiglio comunale.
Alessandro Beccu, Marialetizia Cabitta, Gianmarco Cappai, Giovanna Carta, Donatella Cherchi, Roberto Fadda, Roberta Giau, Simonetta Longu, Luca Mastinu, Costantino Serra, Giovanni Battista Tola.

 

Silanus 21 maggio 2016