Nota dell’ISDE – Domenico Scanu

Domenico-ScanuIl dottor Domenico Scanu è il nuovo presidente dell'ISDE, l'organizzazione dei medici per l'ambiente, prende il posto del compianto Vincenzo Migaleddu, recentemente scomparso. Domenico ha avuto ed ha in cura moltissimi malati di tumore della nostra zona, quando parla di queste malattie sa esattamente di cosa si tratta, sa come curarle, sa che non sempre le cure hanno successo e sa anche quali sono le cause che favoriscono la loro insorgenza.

Riportiamo integralmente la nota che il dottor Scanu ha diffuso all'indomani della sentenza del Consiglio di Stato, sentenza che riavvia l'iter per la costruzione del nuovo inceneritore di Tossilo.

“Il diritto alla salute è il diritto a vivere sani, non quello di curarsi” (V. Migaleddu)

– – – – –

Ma prevenire è meglio che curare…. è ancora di attualità?

ISDE con amarezza prende atto della sentenza del Consiglio di Stato del 6 Luglio 2017 (che ha ribaltato la sentenza del TAR di Luglio 2016 sull’inceneritore di Tossilo dando cosi il via libera al nuovo inceneritore) e ribadisce a tutti che, nelle sue Osservazioni alle procedure VIA (Ottobre 2014), aveva affermato che “l’inceneritore proposto per Tossilo, avrebbe aumentato comunque la quantità degli inquinanti nonostante le migliori tecnologie impiegate determinando un incremento degli impatti ambientali e sanitari nel territorio circostante. ISDE aveva osservato inoltre il preoccupante andamento temporale dell’incremento del tasso di mortalità generale in entrambi i sessi oltre che, per tutte le cause, per patologie tumorali e cardiovascolari nel distretto di Macomer.

Continua a lasciare perplessi che varie istituzioni tra cui quelle deputate alla tutela della salute non colgano questo semplice ragionamento. Noi, nonostante le conclusioni dell’iter amministrativo, alla luce delle evidenze scientifiche prodotte a livello nazionale ed internazionale, non possiamo permettere di attendere una ennesima conta dei morti (magari dal promesso Registro Tumori Regionale) per decidere tra altri venticinque anni se è il caso di continuare con l’incenerimento o assumere soluzioni alternative sia a Tossilo che a Macchiareddu o altrove. Non vogliamo che il carico di sofferenze, di malattia e morti che attanaglia la Sardegna e sostenuto dalle criticità ambientali, si esasperi ulteriormente con l’incenerimento dei rifiuti, pratica assolutamente da bandire, mentre dobbiamo riciclare, recuperare la materia e non bruciarla.

Continua a leggere

STATO GENERALE DELLA RETE DI ILLUMINAZIONE PUBBLICA DEL CENTRO ABITATO.

 

INTERROGAZIONE A RISPOSTA SCRITTA

* * *

Gruppo Consiliare

LiberaMente Silanus

Oggetto: stato generale della rete di Illuminazione Pubblica del centro abitato.

 

Premesso che

 

  • L’attenzione allo stato dell’illuminazione pubblica è da considerarsi fondamentale per la garanzia e la sicurezza serale della viabilità pedonale nelle vie del paese;

  • Nel corso degli ultimi anni si è provveduto ad eseguire numerosi interventi sulla illuminazione pubblica del centro urbano e lungo le principali arterie periferiche;

  • L’ultimo importante intervento su tale infrastruttura in ordine di tempo è riferito al periodo 11/2011 – 03/2012 per un importo speso pari a circa 335.000 euro.

  • Sulla base di un attento lavoro di ricognizione svolto di recente nel centro abitato esistono diverse ed importanti situazioni di carenza in termini progettuali e di realizzazione della rete e, soprattutto, numerose situazioni e gravi condizioni di degrado dell’esistente (pali divelti e non più ripristinati, punti luce pericolanti, non funzionanti, non più utili in quanto oscurati da alberi);

  • In alcune zone del centro abitato (vedasi via G. Carai, via S’Antonio, via Lepanto, alcune vie del rione S’ena) l’illuminazione pubblica è scarsa o addirittura assente.

 

Considerato che

  • Lo stato attuale delle cose è ritenuto pericoloso per l’incolumità dei residenti e di coloro che vi transitano (dato anche lo stato di degrado in cui versano i marciapiedi, alcune strade e la mancata copertura delle canalette delle barriere del passaggio a livello);

  • Sono state raccolte numerose e dettagliate segnalazioni e lamentele dei cittadini – senza nessun esito – al numero verde del gestore Enel Sole, così come indicato sul sito istituzionale del Comune;

  • Esistono situazioni nelle quali l’illuminazione è oscurata dalla chioma degli alberi, rendendo inutile la sua presenza e buia l’intera zona (ad esempio piazza dei Mille, via Bologna e via Berlinguer);

  • Nei pressi di via G.Carai stanno sorgendo sempre più unità abitative, inoltre la stessa è spesso transitata, maggiormente nel periodo estivo, dai diversi pedoni, pertanto si rende necessario agevolare sia  il passaggio temporaneo di questi, sia il rientro nella propria abitazione nelle ore notturne dei residenti;

 

I N T E R R O G A Z I O N E

 

Si chiede al sig. Sindaco ed agli assessori competenti di riferire nell’ordine:

  1. Quali iniziative concrete intende porre in essere nel breve, medio e lungo periodo  per provvedere al ripristino o attivazione dell’impianto di pubblica illuminazione nelle vie in cui è carente o manca del tutto.

  2. Come viene gestita la manutenzione correttiva ed evolutiva della pubblica illuminazione.

 

 

 

Silanus,  18 luglio 2017                                  

F.to G.M. Cappai D. Cherchi 

M. Cossu G.B. Tola

LiberaMente Silanus

La trasparenza non è acqua

Questo è un estratto di una delle analisi del ARPAS eseguita nel 2012 sul nostro beneamato depuratore di Crapielle, dal quale si evince il grado di efficienza dell'impianto.

Ogni altro commento è superfluo.

Esistono decine di documenti che attestano quanto denunciamo da anni e sono a disposizione di chiunque.

analisi arpas.10.10.12

Piano Particolareggiato – Quale futuro per il nostro Centro Storico

Giovedì 29 dicembre si è tenuta l’ultima seduta di Consiglio Comunale del 2016, in forma aperta, per la presentazione del nuovo Piano Particolareggiato riguardante il Centro Storico di Silanus. Nella stessa seduta si sarebbe dovuta votare anche l’adozione del suddetto piano, essendo poi venuti a mancare i requisiti dell’urgenza previsti per non perdere i contributi regionali, ci siamo ritrovati perfettamente d’accordo col sindaco nel rimandare tale deliberazione.

Da parte nostra abbiamo fatto comunque rilevare che un simile strumento andava e andrà discusso meglio soprattutto prima della sua adozione, ritenendo piuttosto scarso il tempo intercorrente tra la sua adozione e l’approvazione definitiva.

Pertanto abbiamo nuovamente offerto la nostra disponibilità per la costituzione delle commissioni consiliari, fatto che consentirebbe a maggioranza e minoranza di collaborare per questioni riguardanti l'intera comunità ed estendere così il concetto di condivisione; che non può fermarsi alla semplice ratifica di decisioni prese altrove.

L’esposizione della funzione delle caratteristiche del Piano Particolareggiato è stata curata dall’ingegnere Giovanni Mura, titolare dello studio di progettazione Metassociati Srl di Macomer, che ha ricevuto l’incarico di redigere il progetto.

Continua a leggere

La lettera dell’onorevole Daniela Forma

La consigliera Daniela Forma scrive a tutti i consigli comunali del Marghine chiedendo di far sentire la propria voce sulla vicenda Tossilo ed in particolare sul progetto di far confluire al nuovo inceneritore di Tossilo i rifiuti di mezza Sardegna.

Cogliamo l'occasione per informare la consigliera Forma che il Consiglio Comunale di Silanus, con la maggioranza rappresentata dal suo partito, non ha nulla in contrario alla realizzazione del nuovo inceneritore, secondo gli intendimenti della Giunta Pigliaru.

Come siano arrivati a questo cambiamento di fronte dovrebbe chiederlo agli esponenti della lista che ha sostenuto alle ultime elezioni.

Pubblichiamo di seguito la lettera di Daniela Forma.


Continua a leggere

Verbale bocciato

Primo punto all’ordine del giorno “approvazione verbali seduta precedente”; come consuetudine è il punto che apre ogni consiglio e sul quale, solitamente, non ci si sofferma a lungo ponendolo semplicemente ai voti per l’approvazione. Ciò non è accaduto Mercoledì scorso, in data 30/11/2016 durante il passato Consiglio Comunale, quando alla messa ai voti il verbale (sulla mozione di “LiberaMente Silanus” avente per oggetto la contrarietà all’ipotesi di realizzazione del nuovo inceneritore di Tossilo), dopo averne ampiamente discusso, il nostro gruppo ha bocciato il verbale che è stato approvato con i soli voti della maggioranza.

Continua a leggere

Resoconto consiglio comunale del 11.11.2016

Venerdì 11 novembre scorso prima seduta di Consiglio comunale a distanza di oltre 3 mesi dal precedente; ferie lunghe, si spera almeno proficue.

Seduta attesa per la presentazione e discussione delle linee programmatiche del Sindaco e della nuova Giunta; le 5/6 pagine che hanno richiesto circa 100 giorni di elaborazione, son state scorse e commentate dal Sindaco in maniera abbastanza frettolosa e, almeno dal nostro punto di vista, con scarso entusiasmo e convinzione; ma può darsi sia stata solo una nostra impressione.

Fra le altre, anche la rituale apertura verso la minoranza consiliare con una dichiarata disponibilità alla collaborazione. Aldilà della cortesia istituzionale, offrendo la collaborazione bisognerebbe iniziare a uscire dalla formula di rito buona per un giorno e corredare l’offerta verbale anche con pochi e semplici fatti; a titolo di esempio concreto, abbiamo proposto per l’ennesima volta l’istituzione delle Commissioni consiliari; uno strumento di consultazione previsto da Statuto e regolamento proprio per creare piccoli gruppi di lavoro misti tra consiglieri e coltivare quel clima di fiducia, analisi e soluzione dei problemi cercando sempre la massima condivisione.

Continua a leggere

I risultati delle elezioni 2016

I risultati delle elezioni 2016
Candidati Voti
MORITTU ANGELO ANTONIO 586
BECCU ALESSANDRO 51
CABITTA MARIALETIZIA 12
CAPPAI GIANMARCO 69
CARTA GIOVANNA 36
CHERCHI DONATELLA 61
COSSU MICHELE 62
FADDA ROBERTO 41
GIAU ROBERTA 36
LONGU SIMONETTA 52
MASTINU LUCA 15
SERRA COSTANTINO 36
TOLA GIOVANNI BATTISTA 59
VOTI ALLA LISTA 56

In neretto i candidati eletti