Resoconto incontro del 28/07/2016

Giovedì 28 luglio 2016, il comitato Abba Giusta Silanus insieme ad Adiconsum e in collaborazione con l’Amministrazione Comunale hanno organizzato un incontro pubblico volto ad informare la cittadinanza circa le azioni intraprese in tutela degli utenti del servizio idrico integrato somministrato da Abbanoa SpA.

Un incontro durato circa due ore e trenta al quale hanno partecipato il rappresentante dell’Adiconsum, Giorgio Vargiu, che ha esposto in maniera esauriente ed esaustiva tutti i punti all’ordine del giorno per quel che riguarda tutte le vicissitudini e le politiche intimidatorie e aggressive che Abbanoa adotta per far leva sui cittadini per poi costringerli a pagare delle somme non dovute per un servizio idrico non certo all’altezza delle aspettative dell’utenza. Sono state stigmatizzate le minacce lo slaccio idrico, diffuse attraverso lettere, telefonate e articoli pubblicitari su quotidiani locali.

Continua a leggere

La rete misteriosa

reteVige ancora l'ordinanza di divieto sull'utilizzo dell'acqua. Ma come nasce un ordinanza e perché è così poco chiara? Per rispondere ai cittadini abbiamo interpellato nuovamente il SIAN e il Comune di Silanus.

Sono in corso le nuove analisi inviate ai laboratori dell'ARPAS e presumibilmente nei prossimi giorni avremo i risultati, l'inquinamento riscontrato nel punto di prelievo è di tipo microbiologico e non chimico, quindi l'ordinanza è tecnicamente sbagliata.

È una differenza importante perché a seconda del tipo di inquinamento variano anche i rischi legati all'eventuale assunzione ed eventualmente anche le precauzioni da adottare per l'eventuale consumo.

Continua a leggere

Cominciamo a lavorare

svegliaMercoledì 22 giugno 2016 prima seduta del nuovo Consiglio Comunale e presentazione degli assessori. A parte la curiosità di vedere riuniti sui banchi di maggioranza gli esponenti dei due schieramenti che fino a poche settimane fa erano divisi da contrapposizioni partitiche ed ideologiche piuttosto marcate: centro destra contro centro sinistra, nazionalisti italiani contro sovranisti sardi, diciamo che tutto il mondo intorno a me è cambiato tranne il posticino del sottoscritto in minoranza, sempre quello, con la differenza che adesso non solo più solo ma ho la preziosa compagnia di Donatella Cherchi, Michele Cossu e GianMarco Cappai.

È una situazione piuttosto strana vedere Gianpietro Arca, che è stato seduto al mio fianco per cinque anni, assiso allo scranno più alto del consiglio con la collaborazione degli avversari che osteggiava come nulla di più al mondo. In politica questi ribaltamenti di fronte sono pane quotidiano, si fanno accordi e si rompono, a volte basta un cenno d’intesa altre volte serve una scrittura privata o un atto dal notaio, allo stesso modo tutto può essere rimesso in discussione in qualsiasi momento per un nonnulla. Sono i partiti politici, bellezza!

Continua a leggere

Siamo minoranza, ma ci siamo e ci saremo.

LiberaMente Silanus ha presgrafolibo 586 voti, con una percentuale del 40%, il dato non ci soddisfa completamente, potevamo ambire a qualcosa di più, ma viste le forze in campo, vincere era quasi impossibile. Il nostro “sacrificio” (perdonate l’iperbole) ha però dimostrato un dato inconfutabile, hanno vinto ed abbiamo fatto vincere i silanesi, non i partiti, nessuno può intestarsi una vittoria che non esiste. La (tentata) lista unica è stato un esperimento fallimentare su tutti i fronti, se è vero, come è vero, che gli 850 voti sono arrivati alla maggioranza perché ci siamo stati noi a stimolare la partecipazione popolare e se è possibile che qualcuno dei nostri votanti avrebbe comunque votato anche la lista unica è altrettanto vero che solo con quella molti altri non sarebbero assolutamente andati a votare.

Il nostro impegno ha scongiurato quindi l’arrivo del commissario prefettizio che sarebbe stata una sconfitta ancora più grave per tutti.

Non vogliamo, ne ci interessano le medaglie al valore, abbiamo cercato i voti in modo leale e corretto, non abbiamo abboccato alle provocazioni di chi ci voleva far apparire strumenti in mano a questo o a quel "signore e padrone", poiché semplicemente non ne abbiamo.

Quello che abbiamo fatto non lo abbiamo fatto per noi o per il partito ma perché crediamo che sia giusto occuparci pro-tempore della cosa pubblica del nostro paese.

Continua a leggere

Votare LiberaMente

KEEPLa campagna elettorale volge al termine. Ci siamo affrontati tra candidati in un clima di grande rispetto e cordialità, solo qualche inevitabile caduta di stile da parte di collaterali un po’ troppo presi dall’ansia da prestazione, ma tutto sommato niente a che vedere con le asprezze del passato.

Questa mi sembra un ottima notizia, evidentemente avevamo ragione nel ritenere che non è la pluralità dell’offerta politica a guastare la civile convivenza del nostro paese, come qualcuno voleva far credere, bensì è proprio la dialettica correttamente incanalata, prima nella competizione elettorale e poi nelle sedi istituzionali, a garantire che la voce di tutti si esprima in modo franco e onesto senza alimentare tensioni sotterranee, dicerie, veleni e sospetti.

Silanus c’è e ce lo sta dimostrando con un affetto quasi commovente. Decine di persone ci hanno fermato per strada per ringraziarci di averle offerto un motivo per andare ai seggi, poiché con una lista unica non sarebbero andate a votare. Diverse persone sono venute addirittura a “portarci il voto” a casa, sinceramente non conoscevo questa usanza. Per me che sono per natura schivo e che quando vado in casa d’altri per chiedere il voto temo sempre di disturbare, ricevere qualcuno che mi bussa alla porta per chiedermi il fac-simile mi riempie di soddisfazione.

Continua a leggere

Traccia della presentazione della lista

Angelo MorittuDi seguito potete leggere la traccia del discorso di presentazione fatto dal candidato sindaco Angelo Morittu il 21 maggio 2016.

Si articola in cinque parti: perché, che cosa, dove, quando, chi siamo.

PRO ITE = WHY = PERCHÉ

Quando nei mesi scorsi ci chiedevano cosa avremmo fatto per queste elezioni, rispondevamo che la lista civica di 5 anni fa avrebbe cessato di esistere al termine dell’attuale consiliatura, non si sarebbe trasformata in un gruppo politico permanente.

Continua a leggere

A destra, a sinistra, … o LiberaMente

queloin noiCome abbiamo avuto modo di dichiarare durante la presentazione della lista, la campagna elettorale è un momento unico – e bello – per entrare in contatto con molti concittadini, parenti, amici e non. Si discute, ci si presenta, si fanno promesse e si raccolgono promesse.

Tutto abbastanza normale. Abbiamo raccolto ulteriori spunti per il programma, molti incoraggiamenti, qualche critica e anche, puntuale come sempre, la fatidica domanda: “mah, siete di destra o di sinistra”?

Continua a leggere