Resoconto Consiglio Comunale

Il giorno 19-12-2018 si è svolto nella sala consiliare “G.Fiori” a Silanus il Consiglio Comunale.

I punti all’ordine del giorno erano diversi: due riguardavano lo scioglimento consensuale della Segreteria Comunale con il Comune di Birori e la Costituzione della nuova Segreteria con i Comuni di Silanus, Modolo e Suni; per i quali abbiamo votato a favore.

Un altro punto riguardava la razionalizzazione periodica delle società partecipate, anche in questo caso abbiamo votato a favore.

Altri due invece riguardavano delle variazioni di bilancio per le quali abbiamo espresso il nostro voto contrario, in quanto la minoranza viene chiamata in causa solo per ratificare delle scelte già prese, nonostante più volte come da ultimo Consiglio sia stato chiesto di formare delle Commissioni.

Come ultimo punto all’ordine del giorno le comunicazioni del Sindaco dal quale è scaturito un’animata discussione in merito ai comunicati stampa scritti da entrambe le parti, ma di questo ne parleremo in un altro comunicato specifico.

“Anche quando tutto è o pare perduto, bisogna rimettersi tranquillamente all’opera, ricominciando dall’inizio.”

È una celebre frase di Antonio Gramsci che in questo momento sintetizza i sentimenti di chi come i sottoscritti consiglieri di minoranza debbono sopportare per svolgere al meglio il proprio dovere.

Intanto intendiamoci il Consiglio Comunale, una volta composto dopo le elezioni, è formato da una maggioranza che gestisce con l’esecutivo le scelte migliori (o almeno così dovrebbe essere) per la comunità e di una minoranza che, non essendo coinvolta nelle scelte, deve controllare che i danari pubblici non vengano sprecati.

Inutile dire che se le scelte fossero assunte da parte di tutto il Consiglio Comunale sarebbe un aspetto non solo positivo ma porterebbe a scegliere in modo più consapevole.

Continua a leggere

Inagibili le Scuole a Silanus causa pioggia

Sospesa l’attività didattica nell’Istituto Scolastico Vittorio Demontis di Silanus. L’ordinanza n.20 del 30.10.2018 emessa a firma del Sindaco ordina quanto segue: la chiusura della Scuola dell’Infanzia del Comune di Silanus dal 30 ottobre 2018 al 5 novembre 2018, salvo proroga, e comunque fino alla cessazione degli eventi che hanno determinato l’adozione del presente provvedimento,”

A causa delle precipitazioni verificatesi in questi ultimi giorni una parte delle aule è stata letteralmente invasa dalle acque rendendole inutilizzabili. Il personale della Scuola è stato impegnato a lungo per eliminare la grande quantità d’acqua. La copiosità delle piogge non giustifica comunque che venga a crearsi una simile situazione che è causa di disaggio per gli alunni, il corpo docente e le famiglie.

Inoltre, per non farsi mancare niente, l‘ordinanza n.21 del 09.11.2018 emessa a firma del Sindaco ordina quanto segue: la chiusura temporanea delle Scuole Primaria e dell’Infanzia del Comune di Silanus nei giorni 12,13,14 novembre per interventi di derattizzazione. 

Va messo in evidenza che un’ala dell’Istituto è stata oggetto di lavori di ammodernamento che sono stati ultimati nel 2015, e a tutt’oggi la stessa è inutilizzata. Allo stato attuale non è dato sapere quando la situazione verrà risolta.

Degrado nel Sagrato di San Lorenzo

Il piccolo paese di Silanus può vantare un immenso patrimonio archeologico culturale di tutto rispetto, ma tutto questo deve essere salvaguardato, mantenuto, promosso e valorizzato. A partire dalle cose semplici, che purtroppo, tutt’ora non sono state messe in pratica. 

A seguito di un controllo nell’area di pertinenza del Sagrato di San Lorenzo, dove sorge la chiesa risalente al XII secolo costruita dai maestri dell’ordine dei Cistercensi, e nella zona circostante, si evidenzia un crollo nella cinta muraria posizionata a sud-est, come si può notare dalla fotografia qua a destra.

Desta stupore, vista l’importanza di tale monumento, il fatto che negli anni non si siano presi i dovuti provvedimenti atti a scongiurare l’attuale situazione di degrado e di pericolosità.

 

Il suddetto crollo è avvenuto già negli anni scorsi si è particolarmente aggravato con le eccezionali precipitazioni verificatesi nell’ultimo periodo creando un enorme falla nella cinta muraria la quale ha sempre caratterizzato il Sagrato di San Lorenzo.

 

È auspicabile che gli organi preposti alla tutela del bene, in primis appunto il Comune di Silanus, provvedano quanto prima ad informare la Sopraintendenza ai beni Culturali, in modo tale da poter ottenere dei fondi per il risanamento del muro crollato e quanto prima provvedano alla cura e manutenzione del monumento, nonché alla sistemazione ciclica dell’area circostante.

Consiglio Comunale del 10/11/2017

Il 10 novembre 2017 presso l’aula consiliare “G.Fiori” si è svolto il Consiglio Comunale.

Prima di aprire la seduta viene votata a maggioranza la proposta presentata dalla nostra Capo Gruppo Donatella Cherchi, di voler modificare ed inserire come ordine del giorno una mozione riguardante gli avvenimenti catalani. Con votazione di 6 favorevoli e 5 contrari viene accettata la proposta. Sarà discusso come ultimo punto.

 

Continua a leggere

Solidarietà alla Catalogna

Sta catturando l’attenzione di tutto il mondo il contesto nel quale la Catalogna si avvia al referendum del 1 ottobre, promosso dalla Generalitat de Catalunya (governo della Catalogna) che ne ritiene l’esito vincolante per ottenere l’indipendenza della regione dalla Spagna, con il conseguente passaggio da monarchia parlamentare a repubblica.

Continua a leggere

Dimissioni di Angelo Morittu

In data odierna ho rassegnato le dimissioni da consigliere comunale. Come riportato sulla lettera di dimissioni, non esiste altra motivazione se non gli accordi interni alla lista LiberaMente Silanus che prevedevano, in caso di mancata vittoria, le dimissioni in favore di altri compagni di lista previo periodo di affiancamento.

Sei anni tra i banchi dell'opposizione sono più che sufficienti per maturare una discreta esperienza, adesso è giusto che anche gli altri facciano questa impagabile esperienza.

Sono sicurissimo che tutti i compagni del gruppo saranno in grado di svolgere benissimo il ruolo che gli compete, quanto e meglio del sottoscritto.

Non siederò più tra i banchi del Consiglio Comunale, ma Il mio impegno all'interno del gruppo di supporto ai nostri consiglieri eletti non verrà certo a mancare.

Donatella Cherchi sarà la nuova coordinatrice del gruppo consiliare LiberaMente Silanus, al mio posto subentrerà Gian Battista Tola.
 
Un caloroso augurio di buon lavoro a tutti!

Dimissioni da consigliere comunale

Verbale bocciato

Primo punto all’ordine del giorno “approvazione verbali seduta precedente”; come consuetudine è il punto che apre ogni consiglio e sul quale, solitamente, non ci si sofferma a lungo ponendolo semplicemente ai voti per l’approvazione. Ciò non è accaduto Mercoledì scorso, in data 30/11/2016 durante il passato Consiglio Comunale, quando alla messa ai voti il verbale (sulla mozione di “LiberaMente Silanus” avente per oggetto la contrarietà all’ipotesi di realizzazione del nuovo inceneritore di Tossilo), dopo averne ampiamente discusso, il nostro gruppo ha bocciato il verbale che è stato approvato con i soli voti della maggioranza.

Continua a leggere

Resoconto consiglio comunale del 11.11.2016

Venerdì 11 novembre scorso prima seduta di Consiglio comunale a distanza di oltre 3 mesi dal precedente; ferie lunghe, si spera almeno proficue.

Seduta attesa per la presentazione e discussione delle linee programmatiche del Sindaco e della nuova Giunta; le 5/6 pagine che hanno richiesto circa 100 giorni di elaborazione, son state scorse e commentate dal Sindaco in maniera abbastanza frettolosa e, almeno dal nostro punto di vista, con scarso entusiasmo e convinzione; ma può darsi sia stata solo una nostra impressione.

Fra le altre, anche la rituale apertura verso la minoranza consiliare con una dichiarata disponibilità alla collaborazione. Aldilà della cortesia istituzionale, offrendo la collaborazione bisognerebbe iniziare a uscire dalla formula di rito buona per un giorno e corredare l’offerta verbale anche con pochi e semplici fatti; a titolo di esempio concreto, abbiamo proposto per l’ennesima volta l’istituzione delle Commissioni consiliari; uno strumento di consultazione previsto da Statuto e regolamento proprio per creare piccoli gruppi di lavoro misti tra consiglieri e coltivare quel clima di fiducia, analisi e soluzione dei problemi cercando sempre la massima condivisione.

Continua a leggere