Consiglio comunale dell’11 maggio 2018

In data 11 maggio 2018, presso l’aula “Giuseppe Fiori” ha avuto luogo il Consiglio Comunale.

Il tutto si apre con la richiesta da parte del Sindaco di introdurre come punto all’ordine del giorno la risposta alla nostra interrogazione avente oggetto lo stato della trattativa tra Sindaco e Abbanoa sulla mancata depurazione; richiesta che viene da noi accolta.

Successivamente si provvede alla discussione dei punti all’odg e si inizia, come da prassi, con “approvazione verbali seduta precedente” che passa con votazione favorevole unanime.

Stessa votazione per i successivi 3 punti; nell’ordine si procede ad:

  • Approvare la convenzione per la zona ZPS (zona di protezione speciale) con Bonorva capofila
  • Approvare il regolamento per la disciplina e gestione dei contratti di sponsorizzazione
  • Approvare una richiesta di regolarizzazione atto di cessione e sdemanializzazione aree.

Dopo l’approvazione dei suddetti punti, si passa al quinto, che sarà oggetto di prolungata discussione in consiglio: “Richiesta permuta area strada Caramarzos”.

Trattandosi di un punto meramente tecnico, noi come gruppo LiberaMente Silanus, abbiamo chiesto il rinvio dello stesso al successivo consiglio, per avere l’opportunità di acquisire maggior documentazione, essendo quella fornitaci carente, al fine di esprimere un conscio parere in merito alla questione.

Teniamo a precisare come sia compito precipuo della minoranza quello di controllare attentamente gli atti compiuti della maggioranza.
Così come è pacifico che il nostro ruolo sia assolutamente privo di alcun potere decisionale; trattandosi semplicemente di una questione numerica, la maggioranza ha sempre la possibilità di approvare quel che gli pare in perfetta autonomia, visto che ha sempre 9 voti contro i nostri 4.
Questo concetto, da noi a più riprese rimarcato durante la discussione, è purtroppo assente nei verbali della seduta, riteniamo perciò opportuno ribadirlo e ripeterlo in qualunque sede anche per le prossime occasioni.
Vogliamo inoltre precisare come la richiesta di rinvio da sempre adottata in più occasioni quando abbiamo ritenuto che la documentazione fornitaci fosse incompleta, non si configura in alcun modo come atto ostativo od ostruzionistico, ma rientra nel modus operandi che ci siamo dati per onorare al meglio il nostro mandato.

Con votazione unanime il punto 5 viene quindi rinviato al prossimo Consiglio.

La seduta prosegue con il voto favorevole di tutti i presenti al punto riguardante adeguamento dello Statuto dell’EGAS.

Infine si passa alla risposta scritta alla nostra interrogazione (interrogazione che potete trovare sul nostro sito al seguente link: liberamente.silanus.net/2018/06/la-trattativa-sul-depuratore-tra-sindaco-e-abbanoa/

Preso atto dello stato di immobilità della trattativa tra Sindaco e Abbanoa spa, non ci resta che essere speranzosi, si fa per dire, su un pronunciamento positivo della Avvocatura distrettuale dello Stato in merito alla questione.

Aggiungi ai preferiti : Permalink.

Commenti chiusi