PIANO PARTICOLAREGGIATO – RIFIUTI RADIOATTIVI

Il 13 settembre 2017 presso l’aula consiliare “G.Fiori” si è svolto il Consiglio Comunale.

Un consiglio abbastanza veloce, più che altro tecnico.

Dopo aver approvato, come consuetudine, i verbali della seduta precedente si è passati alla discussione degli altri punti all’ordine del giorno.

  • Piano Particolareggiato del centro storico di Silanus, adozione provvisoria.

In aula era presente l’ingegnere Barracu di METASSOCIATI, che ha essenzialmente esposto l’iter procedurale subito dopo aver adottato il Piano Particolareggiato; ovvero: una volta pubblicato sul BURAS ci saranno 60 giorni di tempo dove chiunque abbia interesse ad apportare delle modifiche al piano può fare delle osservazioni presentando apposita modulistica fornita attraverso il sito comunale.

Nella fase successiva tutte le osservazioni pervenute, ovviamente protocollate, verranno esaminate una ad una e ci saranno i pareri relativi a queste osservazioni, qualora esse verranno ritenute valide serviranno ad integrare il piano particolareggiato precedentemente stilato, fatte votare dal consiglio comunale e come ultima tappa trasmesse all’ufficio tutela di Nuoro.

Nulla è cambiato nella stesura del “nuovo” progetto rispetto a quello presentato in consiglio comunale il 29 dicembre 2016, se non la correzione dei refusi, dovuti ad un copia/incolla da un piano particolareggiato all’altro.

Restano pertanto le perplessità espresse dal nostro gruppo in tale occasione. Quali sono le iniziative volte a ripopolare il centro abitato di Silanus? Basta adottare un piano per far si che questo accada? Ovviamente no, ecco perché siamo sempre dell’idea che delle commissioni consiliari sarebbero l’ideale per poter cercare, collaborando, una soluzione o comunque un minimo progetto anche a breve termine che possa rendere nuovamente appetibile lo stanziarsi nel centro storico. Se da una parte il piano particolareggiato è stato pubblicizzato maggiormente dall’intera amministrazione e dai suoi uffici, dall’altra restano sempre i consigli comunali che vengono fatti nel termine ultimo di queste scadenze. Infatti, anche in quest’occasione il piano andava adottato entro dei termini precisi, guarda caso in coincidenza con l’ultimo giorno utile per poter essere adottato, forse sarebbe stato meglio un rientro anticipato dalle ferie piuttosto che cullarsi sul fatto di avere sempre la maggioranza a favore. Noi come gruppo “LiberaMente Silanus” abbiamo deciso di astenerci per questa votazione.

  • Individuazione della Sardegna quale sito unico destinato ad ospitare il deposito nazionale dei rifiuti radioattivi e il parco tecnologico.

In Consiglio Comunale arriva una delibera inoltrata dal Presidente ANCI, Emiliano Deiana, e integrata in alcune parti dalla giunta comunale di Silanus. Il documento in questione riporta e chiede a chiare lettere che tutto il territorio sardo non possa essere utilizzato come deposito e stoccaggio di materiali radioattivi.

Il nostro gruppo, e ci teniamo a precisarlo, si è sempre dimostrato sensibile alle politiche ambientali: a partire dall’interrogazione sulla sistemazione e decoro urbano, la mozione sull’inceneritore di Tossilo e quella sul caso specifico di “Coronas Bentosas”. Infatti, proprio su quest’ultima si chiedeva al Sindaco e giunta quello che in sostanza si è proposto e approvato all’unanimità nella delibera ANCI.

Contrariamente alla maggioranza, che ha voluto puntualizzare attraverso il suo capo gruppo Gian Piero Zolo il proprio interesse verso l’ambiente, ammettendo che le mozioni da noi presentate non fossero state bocciate per la sostanza ma per la forma, cosa che riteniamo ancor più grave, dal momento che, come riportato dai verbali, abbiamo chiesto anche di poter cambiare quello che ritenevano più “fastidioso” per poter così ammettere le mozioni, dal canto nostro non avevamo di certo bisogno di un documento del genere per poter votare a favore un qualcosa che sarebbe stato utile per il bene comune, non solo di Silanus, ma per la Sardegna intera.

Ci auspichiamo che per il futuro valutino più la sostanza che la forma.

Aggiungi ai preferiti : Permalink.

Commenti chiusi